Scendendo velocemente dalle Alpi Giulie, il fiume Isonzo, arrivato a Gorizia, si adagia tra il Carso e la pianura per poi allargarsi in un breve delta e sfociare nel Mare Adriatico.

L'Ambiente

Nell'ultima parte del corso del fiume Isonzo, dove i ciottoli e la sabbia impediscono il ristagno dell’umidità, coltiviamo la vite adottando sistemi di allevamento atti a ridurre il consumo idrico della pianta, limitandone lo sviluppo vegetativo e conseguentemente la sua reale produzione di uva.

Da diversi anni l’azienda è impegnata in un’ottimizzazione del suo sistema di allevamento con l’obbiettivo di ridurre drasticamente i trattamenti chimici.
Abbiamo adottato la pratica dell’inerbimento totale e, in collaborazione con il servizio ricerca e sperimentazione dell’ERSA, utilizziamo tecniche di lotta integrata a basso impatto ambientale.

Sempre nell’ottica della tutela dell’ambiente, la nostra azienda ha aderito al progetto di applicazione di un metodo di lotta eco-compatibile contro alcuni tipi di insetti dannosi, alternativo agli interventi con insetticidi di sintesi e basato sull’impiego di ormoni naturalmente prodotti dagli insetti.

Con la potatura, alle diverse cultivar viene lasciato un numero ridotto di gemme, in numero variabile secondo il tipo di vitigno.
In primavera, si provvede al diradamento delle gemme a frutto fino ad ottenere un carico d’uva ottimale; poi durante l’invaiatura, se necessario, si procede al diradamento dei grappoli.

Il Terreno

Il terreno che l'Isonzo ha depositato nelle plurimillenarie migrazioni del suo alveo è quantomai fertile e di composizione varia: argilloso, sassoso e compatto nelle parti più vicine alle alture, e ghiaioso, ciottoloso e sabbioso verso il mare.
Geologicamente è la zona che meglio rispecchia i requisiti voluti dal disciplinare di produzione (terreni ghiaiosi e sabbiosi di tipo alluvionale).

Il Clima

Il clima è di tipo mediterraneo, asciutto e ventilato, con scarse precipitazioni e con un elevato numero di giornate soleggiate, in particolare nel periodo della maturazione dei grappoli d’uva.
Una ventilazione costante assicura un ottimo stato di salute dell’uva con una maturazione graduale e completa.
Per la particolare posizione, i vigneti sfuggono a quei fenomeni negativi quali gelate tardive o persistenti piogge durante il periodo della raccolta.